Statistica

Nota: Si prega di utilizzare ad esempio Firefox o Chrome. La visualizzazione dei grafici non funziona correttamente con Internet Explorer e Edge.

Per indagare su reati gravi, le autorità inquirenti svizzere e il Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) possono ordinare, in virtù rispettivamente del Codice di procedura penale (CPP; RS 312.0) e della Legge federale sulle attività informative entrata in vigore il 1° settembre 2017 (LAIn; RS 121), misure di sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni.

In concomitanza con l’entrata in vigore il 1° marzo 2018 della nuova legge federale sulla sorveglianza della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni (LSCPT), il Servizio SCPT ha introdotto una nuova modalità di conteggio dei dati statistici. Per consentire un confronto con i dati degli anni precedenti, a seguire saranno indicate sia le cifre secondo il vecchio metodo sia quelle risultanti dalla nuova modalità di conteggio (per maggiori informazioni in merito si veda il comunicato stampa). Dal momento che le modalità di conteggio per il SIC e per il Servizio SCPT sono diverse non è possibile confrontare i dati tra loro.

Nel 2018, circa il 35 % delle misure di sorveglianza sono state ordinate dalle autorità inquirenti e dal SIC per chiarire reati gravi contro il patrimonio. Il 34 % riguardava gravi violazioni della legge sugli stupefacenti e l'8 % reati contro la vita e l'integrità della persona. I casi restanti si suddividevano tra diversi tipi di reato, come crimini e delitti contro la libertà e reati contro l’integrità sessuale. Il numero di misure di sorveglianza ordinate è rimasto stabile.

Gli articoli 269bis e 269ter CPP consentono l'impiego di apparecchi tecnici (IMSI Catcher) e di programmi informatici (GovWare) speciali per la sorveglianza del traffico delle telecomunicazioni. Nel 2018 non sono stati registrati interventi conclusi tramite il ricorso a speciali programmi informatici, mentre il numero di impieghi di apparecchi tecnici speciali ammonta a 84.

Le statistiche dettagliate 2011-2018 sono disponibili alla voce Pubblicazioni.

Mandati dal 2014

Von:
bis:

Con la nuova modalità di conteggio, nel 2018 i mandati di sorveglianza sono diminuiti del 16 % scendendo a 7558. Nel dettaglio, il numero di misure di sorveglianza in tempo reale e di sorveglianza retroattiva è stabile, mentre le ricerche d'emergenza sono aumentate del 5 %. Le ricerche di persone condannate a una pena detentiva sono consentite soltanto dall'entrata in vigore della nuova LSCPT e sono state ordinate 6 volte.

Le ricerche d‘emergenza sono aumentate del 5 % circa nel 2018, attestandosi a quota 651 (2017: 618). L'aumento delle ricerche d'emergenza in tempo reale è stato notevole ed è riconducibile alla LSCPT rivista, ovvero ai nuovi i tipi di ricerche d’emergenza.

Le cosiddette informazioni complesse (p. es. copie dei documenti d'identità, dati contrattuali), che possono ora essere richieste direttamente dalla polizia, hanno registrato nel 2018 un netto aumento di circa 64 % raggiungendo quota 5732 (2017: 3501).

Nel 2018 le richieste di informazioni semplici sull’elenco telefonico o sugli indirizzi IP sono state 153 981 con una diminuzione dell'11 % (2017: 172 186).

Mandati per Cantone e Confederazione

${ getCantonName(canton) } ${ year_selected_canton }

Sorveglianza in tempo reale
Una sorveglianza in tempo reale consiste nella trasmissione simultanea, leggermente ritardata o periodica di dati della corrispondenza postale e del traffico delle telecomunicazioni, come è il caso per la sorveglianza di telefoni ed e-mail.
${ surveillance_breakdown.echtzeit }
Sorveglianza retroattiva
Una sorveglianza retroattiva comprende soprattutto i dati del collegamento (chi ha telefonato con chi, quando e per quanto tempo) dei sei mesi precedenti.
${ surveillance_breakdown.ruckwirkend }
Informazioni complesse
Le informazioni complesse (prima: informazioni tecnico-amministrative) forniscono dati dettagliati sui collegamenti di telecomunicazione, incluse copie di contratti e documenti d'identità.
${ surveillance_breakdown.auskunfte }
Informazioni semplici
Le informazioni semplici forniscono dati di base sui collegamenti di telecomunicazione (elenco telefonico) o la riposta a domande come «quali numeri di telefono sono registrati per una determinata persona?».
${ surveillance_breakdown.einfache }
Richerche di condannati
Nel quadro di una ricerca di condannati, le autorità inquirenti possono individuare persone condannate a una pena detentiva o nei cui confronti è stata disposta una misura privativa della libertà con una sentenza passata in giudicato.
${ surveillance_breakdown.fahndung }
Ricerche d'emergenza
Al di fuori di procedimenti penali, le misure di sorveglianza possono essere ordinate allo scopo di localizzare e salvare persone disperse, ad esempio escursionisti coinvolti in un incidente o bambini scomparsi.
${ surveillance_breakdown.notsuche }

La rete mobile è quella di gran lunga più sorvegliata.

La seguente dichiarazione si applica solo alle misure ai sensi dei codici di procedura CPP e PPM:

Le misure più ordinate (ca. 35 %) nel 2018 sono state quelle mirate a far luce su reati gravi contro il patrimonio, mentre le gravi violazioni della legge sugli stupefacenti hanno generato il 34 % delle misure, seguite dai reati contro la vita e l'integrità della persona (8 %) e dai crimini e delitti contro la libertà (3 %).

Nel 2018 Swisscom ha eseguito la maggior parte dei mandati (34 %), seguita da Sunrise (30 %), Salt (20 %) e Lycamobile (13 %).

Mandati per Cantone e Confederazione

Ultimo aggiornamento: 31.07.2019 - 13:22